Prova di durezza

Un metodo ampiamente usato per misurare la resistenza meccanica delle superfici è la prova di durezza. Esistono vari metodi per testare la durezza di un componente o materiale.

Una panoramica dei metodi di prova di durezza più comuni

I metodi utilizzati per misurare la durezza differiscono a seconda della forma del corpo dell’oggetto da misurare. Per esempio, c’è la durezza Brinell, Rockwell e Vickers. Il metodo Brinell e il metodo Rockwell utilizzano entrambi una palla standardizzata come corpo d’ingresso. Il metodo Vickers si basa su una piramide di diamante equilatero come strumento. Il provino viene posizionato sulla superficie del materiale da testare e viene applicata una forza standardizzata. La profondità d’ingresso dell’utensile viene misurata e il grado di durezza viene determinato sulla base di tale profondità.

Altri metodi di prova di durezza sono Martens, Knoop, Shore, Barcol, Buchholz e molti altri.

Vi state chiedendo se la nostra soluzione è compatibile anche con i vostri dispositivi?

Mettiti in contatto con noi!

Perché misurare la durezza dei materiali?

La durezza dei materiali è una proprietà informativa. Fornisce informazioni sulla resistenza all’usura dei materiali. Soprattutto nel campo delle attrezzature per il taglio degli utensili, la durezza gioca un ruolo decisivo come proprietà dei materiali.

Quali dispositivi vengono utilizzati per misurare la durezza?

Poiché la durezza è una proprietà centrale del materiale, tutti i tipi di dispositivi sono disponibili sul mercato. In particolare gli strumenti ZwickRoell si sono dimostrati affidabili nella misurazione della durezza di metalli, plastiche, gomma e materiali speciali. Naturalmente si tiene conto di tutte le norme applicabili.

I test di durezza sono utilizzati per la gestione della qualità. La qualità dei prodotti e dei materiali viene controllata all’entrata e all’uscita della merce. Per la gestione dei dati acquisiti è opportuno utilizzare un software per il corretto flusso di informazioni.

Fink & Partner – Il LIMS nella gestione della qualità

Il LIMS di Fink & Partner viene utilizzato soprattutto nell’area della gestione della qualità. In questo modo, i dati aggregati da un dispositivo di misura possono essere inoltrati automaticamente al software. Le valutazioni dei dati garantiscono il mantenimento dello standard qualitativo. Poiché il LIMS di Fink & Partner lavora esclusivamente con dati grezzi, è possibile automatizzare la documentazione. Inoltre, l’andamento della qualità può essere sempre controllato e, in caso di non conformità, l’origine può essere trovata rapidamente.

Sei interessato ad utilizzare il [FP]-LIMS? I nostri esperti saranno lieti di consigliarvi nella pianificazione del vostro progetto. Non vediamo l’ora di sentirvi!

Vi state chiedendo se la nostra soluzione è compatibile anche con i vostri dispositivi?

Mettiti in contatto con noi!